Il progetto BSR

La Regione Sardegna ha deciso di investire strategicamente per garantire un accesso pieno alla conoscenza scientifica prodotta a livello internazionale e per consentire la fruizione del patrimonio documentale delle maggiori organizzazioni di ricerca regionali ad un’utenza il più possibile allargata.

Nasce così il progetto BSR, i cui enti fondatori sono l’Università degli studi di Cagliari, l’Università degli studi di Sassari, Sardegna Ricerche e il Centro Regionale di Programmazione.

Un primo importante risultato conseguito dal progetto è la creazione di una biblioteca digitale che in un unico ambiente consente di accedere alle fonti di letteratura scientifica internazionale e ai servizi correlati.

Ma aldilà degli strumenti, seppure rilevanti, BSR è soprattutto un'opportunità concreta di disseminazione dei risultati della ricerca, è un insieme di azioni e scelte istituzionali che si orientano verso un'economia aperta della produzione della conoscenza che vuole sperimentare nuovi canali e nuove strategie per la comunicazione scientifica.

BSR ha una governance transitoria demandata ad un Gruppo di Lavoro formato dai rappresentanti dei due Atenei e da Sardegna Ricerche. Tale organismo svolge funzioni di programmazione e di controllo, operando scelte tecniche e promuovendo idonee iniziative ed eventi.

BSR si caratterizza per avere una struttura gestionale aperta all’ingresso di nuovi soggetti che condividano la finalità generale del progetto e contribuiscano in maniera fattiva e complementare all’obiettivo comune attivando azioni sinergiche e coordinate. 

Documenti correlatiRegolamento Governance Transitoria [file.pdf]
2017 Regione Autonoma della Sardegna